prevenzione

picchebluUN PROBLEMA PER TUTTE LE ETAʼ

Non pensare che la dipendenza da gioco d’azzardo sia esclusiva di un determinato periodo della vita. Giocano gli adulti, donne e uomini, nei casinò, nelle sale slot e nelle bische clandestine, giungendo ad accumulare ingenti debiti verso banche e finanziarie. Si gioca nella terza età soprattutto alle lotterie istantanee (lotto, superenalotto, gratta e vinci), dove viene bruciato in pochi giorni l’intero importo della pensione. Sempre più spesso anche i giovani e gli adolescenti sono travolti dal problema, iniziando magari con scommesse sportive o tornei di poker. Per i loro debiti non ricorrono alle ban- che: prendono i soldi là dove sono disponibili, rubandoli dal portafogli di mamma e papà, o vendendo l’oro sottratto in casa.

fioriLa dipendenza, quando si è instaurata, lascia segni a volte indelebili: ci sono persone che hanno bruciato anni della loro vita, senza nessuna interruzione, con il gioco d’azzardo; ma c’è anche chi gioca in maniera fuori controllo da lunghi periodi, illudendosi, solo perché di tanto in tanto si concede una pausa, di saper governare il problema.

ATTENZIONE: Non credere che il tuo gioco sia immune da questi esiti. Prima che anche tu raggiunga livelli pericolosi metti in moto una riflessione!